Created by Gio’

La Baracchetta di Biagio Lungomare Marinai d’Italia 3, 16036 Recco (Ge) P.I. 00817350101

 

Home Home Contatti Contatti SpecialitÓ SpecialitÓ PhotoGallery PhotoGallery Cosa dicono di noi... Cosa dicono di noi... WebCam WebCam Cosa bolle in pentola... Cosa bolle in pentola...
Grazie!!! Dopo 35 stagioni eccoci a segnare la fine di un’ epoca… e l’inizio di un’altra!    Come   forse   saprete,   stanno   partendo   i   lavori   (ottobre   2009   n.d.r.)   per   il   rifacimento   della   passeggiata   a   mare   a   Recco   e   la costruzione    del    barca-silo    proprio    sotto    la    nostra    struttura……indi    per    cui    abbiamo    chiuso    con    un    mese    di    anticipo    per consentire a quest’opera di vedere la luce nel più breve tempo possibile.    La   Baracchetta   di   Biagio,   ma   per   noi   (e   ribadisco   solo   a   noi   è   consentito!)   la   “Baracca”,   come   l’abbiamo   sempre   chiamata affettuosamente   per   rimarcare   il   fatto   di   essere   parte   di   essa   come   una   seconda   famiglia,   cambierà   la   propria   struttura   storica   pur lottando per mantenere intatto lo spirito che la anima.    La   Baracchetta   non   è   un   locale   qualsiasi,   è   un   punto   di   incontro   (a   volte   pure   scontro!)   tra   persone   che   condividono   una   maniera     di   vivere   un   po’   fuori   dagli   schemi.   Non   è   necessario   avere   giacca   e   cravatta   per   essere   considerato   di   più,   qui   basta   la   voglia   di stare   in   compagnia   mangiando   le   nostre   specialità   ammirando   il   mare   a   due   passi……..e   allora   non   importa   se   talvolta   i   bicchieri non   sono   tutti   uguali   o   la   tovaglia   mostra   qualche   strappo…Si   vive   l’essenza   del   nostro   modo   di   essere,   lo   spirito   “baracchino”   al quale   siamo   rimasti   fedeli   per   tutti   questi   anni,   e   vogliamo   continuare   a   esserlo   anche   con   la   nuova   struttura,   perché   cambierà solo quella, l’anima l’abbiamo chiusa in un  caveau pronta per la riapertura.    In   questi   momenti   si   sente   il   bisogno   di   ringraziare   chi   ha   condiviso   il   nostro   percorso,   a   volte   solo   attraversandolo   come meteora,   altre   facendone   parte   con   abnegazione……   tra   il   banco   e   i   tavoli   è   passata   una   generazione   di      giovani   a   cui   la Baracchetta   ha   insegnato   che   il   lavoro   deve   essere   fatto   con   passione   e   gioia   perché   diventi   una   bella   “demua”(   chi   non   sa   il genovese    dovrà    cercare    sul    vocabolario!).    Nello    stesso    tempo    ognuno    ha    portato    idee    nuove,    accorgimenti,    buon    umore, arrabbiature,   paci   fatte   senza   bisogno   di   tante   parole   inutili……insomma   un   piccolo   grande   mondo   con   i   suoi   meccanismi svizzeri.   Sì,   sì   svizzeri,   e   chi   ha   lavorato   con   noi   lo   sa!   Ogni   millimetro   sfruttato,   ogni   ruolo   ben   definito,   una   squadra   posizionata come   un   piccolo   esercito   pronto   agli   ordini   del   mitico   Biagio   (a   volte   i   clienti   ci   chiedono   se   esista   davvero,   perché   lo   sentono sempre    nominare,    ma    non    lo    vedono    quasi    mai,    preso    com’è    a    preparare    la    focaccia    col    formaggio,    le    focaccette…)    che pronunciando i tre numeri magici (gli interni avranno capito a cosa mi riferisco…)  ci ha messo tutti in riga.    Ci   sarebbero   tanti   aneddoti   da   raccontare,   ma   scritti   perdono   le   sfumature   dell’intercalare   e   del   nostro   gesticolare…quindi   per   il momento   li   teniamo   gelosamente   custoditi   noi   “baracchini”…   come   un   tesoro   di   esperienze   preziose   che   ci   hanno   fatto   crescere come persone.    Come   non   dare   un   sentito   ringraziamento   a   tutti   i   fornitori   che   sono   stati   al   nostro   fianco   in   tutti   questi   anni…   un   colpo   di telefono   e   via,   subito   pronti   a   soddisfare   le   nostre   esigenze   contingenti.            Un   rapporto   di   lavoro,   e   non   solo   con   alcuni   di   loro, che non finiremo mai di  tenere stretto perché in fondo siamo compagni di un viaggio a volte molto complesso!    E   si   sente   anche   il   bisogno   di   ringraziare   tutte   le   persone   che   ci   hanno   scelto   per   trascorrere   parte   del   loro   tempo   con   noi. Abbiamo    sempre    messo    al    primo    posto    il    rispetto    per    i    nostri    ospiti    (clienti    mi    sembra    una    parola    troppo    asettica),    in trentacinque   stagioni   non   abbiamo   mai   fatto   un   giorno   di   chiusura   per   malattia,   essendo   fermamente   convinti   che   quando   la nave è salpata ormai si è in balia del mare e bisogna navigare.    Ora   noi   la   nave   l’abbiamo   riportata   in   porto,   speriamo   di   ripartire   per   un   lungo   viaggio   insieme   a   voi   molto   presto   (pronti   per   il picchettaggio sotto il Comune se non si muovessero con i lavori in zona mare..) e……..God save the Baracchetta!  Firmato  Biagio, Anna, Zia Terre, Gio' , Vale & tutto lo staff di matti...
SpecialitÓ SpecialitÓ
Created by Gio’

Titolo Pagina

La Baracchetta di Biagio Lungomare Marinai d’Italia 3, 16036 Recco (Ge) P.I. 00817350101

Home Home Contatti Contatti SpecialitÓ SpecialitÓ PhotoGallery PhotoGallery WebCam WebCam
Grazie!!! Dopo 35 stagioni eccoci a segnare la fine di un’ epoca… e l’inizio di un’altra!    Come   forse   saprete,   stanno   partendo   i   lavori   (ottobre   2009   n.d.r.)   per   il   rifacimento   della passeggiata    a    mare    a    Recco    e    la    costruzione    del    barca-silo    proprio    sotto    la    nostra struttura……indi    per    cui    abbiamo    chiuso    con    un    mese    di    anticipo    per    consentire    a quest’opera di vedere la luce nel più breve tempo possibile.    La   Baracchetta   di   Biagio,   ma   per   noi   (e   ribadisco   solo   a   noi   è   consentito!)   la   “Baracca”, come   l’abbiamo   sempre   chiamata   affettuosamente   per   rimarcare   il   fatto   di   essere   parte   di essa   come   una   seconda   famiglia,   cambierà   la   propria   struttura   storica   pur   lottando   per mantenere intatto lo spirito che la anima.    La   Baracchetta   non   è   un   locale   qualsiasi,   è   un   punto   di   incontro   (a   volte   pure   scontro!) tra   persone   che   condividono   una   maniera      di   vivere   un   po’   fuori   dagli   schemi.   Non   è necessario   avere   giacca   e   cravatta   per   essere   considerato   di   più,   qui   basta   la   voglia   di stare   in   compagnia   mangiando   le   nostre   specialità   ammirando   il   mare   a   due   passi……..e allora   non   importa   se   talvolta   i   bicchieri   non   sono   tutti   uguali   o   la   tovaglia   mostra qualche   strappo…Si   vive   l’essenza   del   nostro   modo   di   essere,   lo   spirito   “baracchino”   al quale   siamo   rimasti   fedeli   per   tutti   questi   anni,   e   vogliamo   continuare   a   esserlo   anche con   la   nuova   struttura,   perché   cambierà   solo   quella,   l’anima   l’abbiamo   chiusa   in   un     caveau pronta per la riapertura.    In   questi   momenti   si   sente   il   bisogno   di   ringraziare   chi   ha   condiviso   il   nostro   percorso,   a volte   solo   attraversandolo   come   meteora,   altre   facendone   parte   con   abnegazione……   tra il   banco   e   i   tavoli   è   passata   una   generazione   di      giovani   a   cui   la   Baracchetta   ha   insegnato che   il   lavoro   deve   essere   fatto   con   passione   e   gioia   perché   diventi   una   bella   “demua”(   chi non    sa    il    genovese    dovrà    cercare    sul    vocabolario!).    Nello    stesso    tempo    ognuno    ha portato   idee   nuove,   accorgimenti,   buon   umore,   arrabbiature,   paci   fatte   senza bisogno   di   tante   parole   inutili……insomma   un   piccolo   grande   mondo   con   i suoi   meccanismi   svizzeri.   Sì,   sì   svizzeri,   e   chi   ha   lavorato   con   noi   lo   sa!   Ogni millimetro   sfruttato,   ogni   ruolo   ben   definito,   una   squadra   posizionata   come un   piccolo   esercito   pronto   agli   ordini   del   mitico   Biagio   (a   volte   i   clienti   ci chiedono   se   esista   davvero,   perché   lo   sentono   sempre   nominare,   ma   non   lo vedono    quasi    mai,    preso    com’è    a    preparare    la    focaccia    col    formaggio,    le focaccette…)   che   pronunciando   i   tre   numeri   magici   (gli   interni   avranno   capito a cosa mi riferisco…)  ci ha messo tutti in riga.    Ci   sarebbero   tanti   aneddoti   da   raccontare,   ma   scritti   perdono   le   sfumature dell’intercalare   e   del   nostro   gesticolare…quindi   per   il   momento   li   teniamo gelosamente    custoditi    noi    “baracchini”…    come    un    tesoro    di    esperienze preziose che ci hanno fatto crescere come persone.    Come   non   dare   un   sentito   ringraziamento   a   tutti   i   fornitori   che   sono   stati   al nostro   fianco   in   tutti   questi   anni…   un   colpo   di   telefono   e   via,   subito   pronti   a soddisfare   le   nostre   esigenze   contingenti.            Un   rapporto   di   lavoro,   e   non   solo con   alcuni   di   loro,   che   non   finiremo   mai   di      tenere   stretto   perché   in   fondo siamo compagni di un viaggio a volte molto complesso!    E   si   sente   anche   il   bisogno   di   ringraziare   tutte   le   persone   che   ci   hanno   scelto per   trascorrere   parte   del   loro   tempo   con   noi. Abbiamo   sempre   messo   al   primo posto    il    rispetto    per    i    nostri    ospiti    (clienti    mi    sembra    una    parola    troppo asettica),    in    trentacinque    stagioni    non    abbiamo    mai    fatto    un    giorno    di chiusura   per   malattia,   essendo   fermamente   convinti   che   quando   la   nave   è salpata ormai si è in balia del mare e bisogna navigare.    Ora   noi   la   nave   l’abbiamo   riportata   in   porto,   speriamo   di   ripartire   per   un lungo   viaggio   insieme   a   voi   molto   presto   (pronti   per   il   picchettaggio   sotto   il Comune   se   non   si   muovessero   con   i   lavori   in   zona   mare..)   e……..God   save   the Baracchetta!  Firmato  Biagio, Anna, Zia Terre, Gio' , Vale & tutto lo staff di matti...